mercoledì 12 novembre 2008

Scrivere: leggere?

Vago tra i blog e mi chiedo: ma quanti di noi leggono libri?
Tutti pretendiamo di scrivere, ma leggiamo? O siamo come quei tanti "scrittori", che in realtà sono ambigui personaggi dello spettacolo (che tristezza) che fingono di scrivere libri, facendoseli correggere da poveracci che l'italiano lo conoscono veramente.
Non potete immaginare (e mi renderò antipatica) quanto mi faccia arrabbiare leggere "un pò", al posto di "un po'"; "stò", invece di "sto"; "da" per "" e "" per "da'".
Scrivere bene non vuol dire solo conoscere i congiuntivi o essere creativi, ma amare la propria lingua, aggiornarsi, porsi delle domande, avere dei dubbi.
Chiedersi se in una parola c'è o meno la "i"!
Solo gli imbecilli non hanno mai dubbi, diceva Russell. Ma Russell con due elle o una sola?

Per essere costruttiva e non solo distruttiva, vi propongo di scrivere gli ultimi libri che avete letto, diciamo due titoli, con una breve indicazione di lettura. Così potremmo darci qualche consiglio!

I miei ultimi due:
La vampa d'agosto, Andrea Camilleri: il mio primo Camilleri. Divertente e amaro. Un giallo appassionante. Leggetelo! Risate garantite.
Le affinità elettive, Johann W. von Goethe: ho impiegato un anno a terminarlo, a quel punto (ero sul treno) l'ho scaraventato con rabbia contro il finestrino. Odioso. (Difatti Camilleri l'ho letto subito dopo per riprendermi!)

Accetto critiche!
Bye bye

35 commenti:

Laura Pozzi ha detto...

Hai pienamente ragione ed io, purtroppo, leggo poco... =__= Eppure, quando scrivo, mi vengono mille dubbi (specie quando devo partecipare a un concorso), per cui ho sempre il dizionario a portata di mano. Non sai quanto diano fastidio anche a me, questi errori! Basterebbe cliccare sul tastino "correzione automatica" per verificarli! <.<
Comunque, gli ultimi due libri che ho letto sono Harry Potter e i doni della morte e Stardust.

Darjo ha detto...

colpito e affondato direi... eh eh

Io purtroppo, e sottolineo purtroppo, non ho un grandissimo rapporto con i libri, non chiedermi perchè, non saprei
risponderti(per contro ho una passione per il cinema), comunque i libri che ho letto si contano sulle dita di una mano.

I miei ultimi due:
IL FU MATTIA PASCAL di Pirandello
CRYPTO di Dan Brown

Per spezzare una lancia a mio favore però, direi che scrivo abbastanza bene... forse!

evita*°** ha detto...

Wow! Che rapidità!
Io ho ricominciato a leggere una volta terminata l'Università.
Prima avevo ingurgitato così tanti saggi e libri di testo che non riuscivo più a toccare un romanzo.
Ora leggo un libro, faccio una pausa, ne leggo un altro, e così via..

@Laura: I doni della morte l'ho letto anch'io. Non hai dato un commento. A me è piaciuto molto, più del sesto libro. Consiglio la saga al mondo intero, anche se non ho ancora letto il secondo (la camera dei segreti)!
Stardust, invece, cos'è? Scusa l'ignoranza, ma è il libro da cui hanno tratto l'omonimo film??

Per le correzioni automatiche: non so se il correttore sappia inserire la parola nel contesto.

@Darjo: ciao!
forse non hai trovato i libri giusti al momento giusto. Sono certa che esistano. Per esempio, per me Le affinità elettive era il libro sbagliato nella vita sbagliata. Ecco perché ho impiegato un anno a terminarlo (buttandolo nell'oblio per mesi)!!
Cosa dici dei libri che hai citato? Li consigli? Non li ho letti!

Il cinema piace un sacco anche a me! In teoria sarei laureata in Storia del teatro, del cinema e blablabla, ma ne ho visti veramente pochi..
Si potrebbe fare lo stesso ragionamento con i film! Aprirò uno spazio apposito, dai!

Grazie di essere passati!

Cammy ha detto...

Eviii, io odio scrivere i commentiiiii su quello che leggo.
Rispetto a prima leggo un po' meno ma la cosa grave è che dimenticodopo cosa ho letto mese. UAAARGh.
Colazione da Tiffany e poi il tuo libro sul cinema americano e italiano degli anni 30.
Io sbaglio sempre a scrivere, faccio un sacco di errori di grammatica però ogni tanto leggo l'anacoluto e chiedo a te e a dez. Siete i miei insegnanti d'italiano. Per esempio, mi ero dimenticata che dopo l'apostrofo non ci va lo spazio, ma il mio ragazzo pinolo me l'ha ricordato!
Sei felice?
pciù

Laura Pozzi ha detto...

Ah, è vero me ne ero scordata! XD
Dunque, Harry Potter e i doni della morte è un libro stupendo (come stupenda è l'intera saga). Mi ha dato così tante emozioni che, una volta finito, sono scoppiata a piangere! Stardust è il libro da cui è stato tratto l'omonimo film, però è cento miliardi di volte più bello il libro! E' una bella favola per i romanticoni come me o per chi ha voglia di sognare ancora! Lo consiglio vivamente, poi è anche molto breve!
Beh, per certi errori ortografici (che sono quelli che difficilmente tollero) il correttore basta. Per il resto, un buon dizionario e tanta taaaanta lettura!

Darjo ha detto...

Beh certo che li consiglio, se son riuscito a leggerli io un motivo ci sarà, ih ih... comunque soprattutto "Il Fu Mattia Pascal".

Sei laureata quindi in "Storia del Teatro, del Cinema e blabla"... pensa che da ragazzo (beh sono ancora un ragazzo) il mio sogno era studiare da Regista, invece (al momento, ma non si sa mai) ho solo un misero diploma da Ragioniere che serve a ben poco visto che non amo particolarmente questo settore.

evita*°** ha detto...

Ciao!
Darjo, non pensare che io sia un'esperta di cinema! So pochissimo!
Anch'io vorrei fare la regista, ma di teatro. Ho fatto una scuola di regia, e un po' di corsi di teatro.
Wow! In due giorni che ci conosciamo virtualmente ho detto più cose di me, che in mesi di blog!

Dove abiti? Potresti seguire qualche corso di montaggio cinematografico nella tua città. Ce n'è di serali che durano qualche mese. O di sceneggiatura. Poi inizi a fare qualche filmino con la videocamera (o altri strumenti!) e ti dai il la!

Darjo ha detto...

Si infatti in passato li ho cercati,
ma non ho trovato nulla di buono...
ora in verità la priorità sarebbe trovare un buon lavoro che poi possa permettermi questi eventuali corsi.

"Wow! In due giorni che ci conosciamo virtualmente ho detto più cose di me, che in mesi di blog!"
Si vede che ho un talento naturale ad estorcere informazioni alle persone... eh eh eh!

Grazie ovviamente dei consigli!

Laura Pozzi ha detto...

Aaaah! Ma mi hai messo tra i consigli?!?! XD

*si sotterra dalla vergogna

mutti ha detto...

Ciao Evita! grazie per essere passata a salutarmi sul blog!
Complimenti per il tuo molto allegro e simpatico!
A presto

evita*°** ha detto...

Ciao Mutti!
Grazie a te! Se ogni tanto aggiorni il tuo blog, passo volentieri.
Anzi, ora segno tutti i nuovi blog nella mia lista!

Darjo ha detto...

Ciao avrei una domanda tecnica:
dato che ho appena aperto uno spazio, a differenza degli altri due che ho, puramente personale dove proporrò (e riproporrò) miei testi, per appellarmi alla legge sui diritti d'autore che evidenzi te mi basta la pubblicazione, cioè pubblicando acquisisco automaticamente i diritti, o c'è bisogno di altro?

Ti ringrazio anticipatamente.

evita*°** ha detto...

In verità: non lo so!
Credo che, comunque, sia un modo per poter dire "vi avevo avvisato".
Poi è difficile controllare chi copia i tuoi testi.
Mi devo informare. Anch'io l'ho preso da un'altra persona.
Terribile!

Laura Pozzi ha detto...

Per quanto ne so, se vuoi tutelarti, dovresti depositare la tua idea alla Siae, altrimenti chiunque può rubartela. Poi, qualcuno dovesse copiarti, non so se puoi presentare come prova di paternità la data in cui hai pubblicato sul blog il tuo lavoro (qualora sia antecedente a quella del "ladro"). In teoria, dovrebbe essere una buona prova, perchè nessuno può cambiare la data e l'ora dei server di Google. Mmmmh ci vorrebbe un avvocato! A questo punto, vorrei saperlo anch'io!°°

Darjo ha detto...

ah ok... intanto lo metto in evidenza anch'io, eh eh.

Odeline ha detto...

Grazie dell'incoraggiamento!
La ricetta la devo ancora studiare e preparare.
Il concorso scade a fine mese e ho tempo fino al 28 novembre per partecipare.
Quindi per ora ci saranno solo aggiornamenti e poi vedremo che succede ;-P

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Ti consolo dicendoti che io sono pieno di dubbi quando scrivo.
Un saluto.

evita*°** ha detto...

Ciao schiavi o liberi (d'ora in poi, abbreviato in sc.o.li.),
benventuto in questo blog!
Grazie, ho apprezzato il modo in cui mi hai risposto sul tuo.
Ora devo scappare, ma domani mattina ti vengo a rispondere.
A presto!

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Meno male.
Ciao e grazie a te.
Un saluto

Cammy ha detto...

OoOo Evi, quanti postoli in questo topic!

Mi sono ricordata il libro che ho letto due settimane fa dopo colazione da Tiffany. "I ragazzi di via Pal". Bellissimo. Io che non concepisco la guerra, l'ho capita un po', nonostante si trattasse di una lotta per la conquista di un campo da gioco. Fosse sempre un gioco però...

Ora sto leggendo "capiani coraggiosi" di Kipling. Quasi finito. I libri di avventura mi appassionano sempre un casinoOoOo!

Oh, quanto è bello kung fu panda hiihih. L'ho appena rivistooooo

Darjo ha detto...

buon fine settimana

XPX ha detto...

Io leggo parecchio, ma scrivo come posso ...
Ciao!

pansy ha detto...

Io leggo molto, sono in Italia dal 1999. Ho qualche problema con la scrittura, soprattutto con accenti :)
Spero tu possa non essere troppo infastidita leggendo i miei post quando troverai questo tipo di errore.. Se vuoi correggermi, assolutamente nessun problema.
Si può sempre imparare !! :)

Buona giornata!

Ps: Spesso è anche la tastiera ! :)

luce ha detto...

Sono nel periodo fantasy ultimi due libri
Polvere d'argento e
Brisinger entrambi molto affascinanti e scorrevoli un modo come un altro per fantasticare e tuffarsi in mondi fantastici.

Darjo ha detto...

buon inizio settimana

Cammy ha detto...

Evi...

sto scrivendo con una penna nera che profumaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

e le lettere per la verifica della parola hanno quasi un sensooo

"perrimen"

hahaah

g!oV@' ha detto...

Ho tanta paura .....non voglio scrivere ....oh my good!!...anche io mi pongo tante domande ma parto dal presupposto che sono e sarò sempre ignorante, anche se si può sempre imparare..
So che metto troppi punti sospensivi, so che metto le vorgole a casaccio,gli accenti sono un territorio inesplorato per me... scrivo come parlo 'nzomma.
Per quanto riguarda i libri, ne ho lasciati molti a metà, ma proprio tantii!! Sarò sincero, la narrativa su di me ha un effetto soporifero, il più delle volte mi do/dò alle monografie artistiche, saggi e riviste.

g!oV@' ha detto...

Ps. i cluster li ho ascoltati dal vivo, tra l'altro, un medley di sigle fenomenale, la sigla dei ducktales compresa, fichissimi

DUBBAFETTA ha detto...

io non sono italiano, anche se avevo pochi anni quando ho fatto la prima classe qui..ma..ho sempre cercato di allinearmi allo "standard" grammaticale di chi in italia è nato, poi mi sono accorto che ..che in fondo non fa niente...
Ho sempre dato "peso" e "importanza" hai contenuti, piu' che alla forma...
Al raggiungimento di uno scopo, piu' che al mezzo che si utilizza, la comunicazione è uno strumento eccezionale, e la cosa piu' bella è che si puo' comunicare anche senza sottolineare gli errori,avere dei dubbi e porsi delle domande secondo me non è amare la proprio lingua, ma porsi su un piano piu' elevato senza rendersi conto di quanto non sia adatto a noi stessi,la pretesa di scrivere deriva dal fatto che serve per dirci delle cose, è una pretesa assolutamente libera di esistere.
Allora secondo la tua teoria, un analfabeta ma pieno di fantasia e idee non dovrebbe provare a mettersi sullo stesso piano di un professore di italiano che scrive libri senza errori ma senza metterci dentro nulla di sentito.
Io ho letto Hollywood Hollywod di Bukowski, riletto per la terza volta, ma stavolta in inglese. ciao

Cammy ha detto...

Non penso proprio che mia sorella intendesse dire quello che hai scritto tu.

Per come la vedo io, parlare correttamente l'italiano, vuol dire prima di tutto essere fieri della nostra lingua. Una lingua così ricca e complessa che permette di dare un tono a quel che si dice. Senza essere monotoni e ripetitivi.
Perchè invece di scrivere "come stai oggi?" bisogna scrivere "cm st gg?". Sinceramente mi fa SCHIFO. Cazzo, scusa ma dopo l'evoluzione ci abbassiamo a parlare come dei primitivi?Eh...
A me da un gran fastidio sentir parlare i ragazzi in questo modo. Che poi, se sapessero bene l'italiano, si potrebbe pensare a delle licenze linguistiche. Invece no. Il fatto è che al giorno d'oggi la maggior parte dei ragazzi non han voglia di imparare niente. Pochi sono gli insegnanti che hanno la premura di far capire DAVVERO le cose a chi li ascolta.
Per me quello che tu dici "porsi su un piano più elevato" è solamente un accontentarsi. La mancanza di curiosità e ricerca. Per quello che dici tu, potremmo benissimo tornare ai graffiti.

Il tuo paragone tra l'analfebeta e il professiore d'italiano lo capisco ma non è quello che intedeva mia sorella. Ne sono certa. Nessuno nega che una persona colta possa scrivere qualcosa priva di sentimento o che un ignorante non possa realizzare qualcosa carica di emozioni. Non è questo il punto. Il punto è: perchè sminuire la nostra lingua e non curarci di apprezzarla usandola correttamente, solo perchè oggi tutti sbagliano? Almeno secondo me è questo il punto.
Che poi, è il motivo per cui gira male l'Italia, sempre secondo me. Si da tutto per scontato, ognuno fa quello che fa la massa, da noi è accettata qualsiasi cosa e le nostre tradizioni vanno a puttane perchè a nessuno gliene frega un cazzo di quello che siamo e di quanto ci abbiamo messo per creare l'Italia.
Ammetto di essere la prima a commettere errori di grammatica ma apprezzo chi mi corregge, come mia sorella o il mio ragazzo. Sono FELICE e ORGOGLIOSA che ci siano persone come loro.
Sono un po' stufa sinceramente. Amo l'Italia. Amo il mio paese e amo che la nostra lingua venga rispettata. Non tollero più che ogni cosa venga tralasciata perchè tanto...ci si capisce lo stesso. Perchè tanto non è vero.

evita*°** ha detto...

@Pansi: non sei italianaaaa?????
Io non me n'ero mai accorta, sai? Scrivi bene, e con cuore. Non verrò mai a correggerti un errore in pubblico (al di là del fatto che sei bravissima), che vergogna!
E' vero, mi infastidisco leggendo dei post con errori orrendi, non ci posso fare niente. Ma con i tuoi non è mai successo.

@Giova: CIAO! Finalmente!
Anch'io penso che sarò sempre ignorante, ed è per questo che leggo quei fantastici manuali sull'italiano (anche se potrebbe bastare un libro di grammatica!).

@Luce:grazie del contributo! Apparirai tra i consigli, prima o poi.
@XPX: grazie di essere passato. Dacci qualche titolo, se ti va.

@Dubba:
Ciao Dubba, mi spiace che tu abbia preso il mio post come un rimprovero da professoressa. D'altronde avevo scritto che avrei accettato le critiche (in realtà aspettavo te!) e così è.
Forse non mi sono spiegata bene.
Io detesto chi fa della forma il suo messaggio (vedi Baricco, almeno per quanto ho letto io), credendo che basti scrivere correttamente per essere scrittori.
Il contenuto è molto importante, ma deve essere veicolato dalla lingua. Ogni parola ha una sfumatura diversa rispetto ai suoi stessi sinonimi. E ha una corretta ortografia (lo so, è ridondante dire così, ma mi sembra più efficace), da rispettare.
Io non parlo di perfezione, ma di porsi delle domande. Ad esempio: io mi chiedo, da ignorante qual sono, se "efficace" si scriva con la i o senza. Poi verifico e scrivo.
Tu dici che la comunicazione è un mezzo eccezionale, ma io credo che la comunicazione sia il fine, e la lingua (nella comunicazione orale/scritta) sia il mezzo. Così come nella danza la tecnica serve a veicolare il sentimento, o nel disegno, o nel teatro. Si potrebbero fare mille paragoni.
Il tuo messaggio arriva comunque, è vero. Ma arriva sporco. L'errore distrae dal contenuto.
Io non volevo dire: diventiamo tutti professori. Volevo solo stimolare la riflessione e il dubbio. Suscitare in chi legge la voglia di aprire un minchia di dizionario!
Tu scrivi delle cose bellissime, secondo me. Spesso mi emoziono leggendo il tuo blog e ci vengo sovente, anche quando poi tu sparisci.
Ma penso a quanto ancora più limpido potrebbe arrivare il contenuto senza gli errori ortografici.Ne sono certa.

@carmen: sono d'accordo su tutto!!
Io amo l'italiano!

Comunque col mio post volevo urlare il mio disgusto per chi si proclama uno scrittore/giornalista, e poi fa tanti errori.
Certi giornali ne sono pieni.
Poi è anche la tastiera, è vero. Ma la testa ha la sua parte..

Saluti!!

Laura Pozzi ha detto...

Ok, dopo diversi giorni posso rispondere a Darjo e a Evita... Per pura curiosità, mi sono messa a cercare stralci di miei testi sulla rete e, meraviglia delle meraviglie, ho scoperto che ben due delle mie favole impazzano nei blog di diverse persone °°... Sono sconvolta...

Laura Pozzi ha detto...

Ho letto tutti i commenti e adesso dico la mia °°
Sinceramente, ODIO leggere post di gente con le k o con abbreviazioni incomprensibili. Mi sembra una mancanza di rispetto nei confronti di chi legge. L'italiano è una bellissima lingua: usiamola con orgoglio! E poi, se riesci a scrivere qualcosa di significativo, allora perchè non impegnarsi a scriverlo bene? Altrimenti si rischia che il messaggio non arrivi ai lettori... E se non arrivasse avresti perso il tuo scopo, no? Nessuno è professore (come nessuno è perfetto), però vogliamo impegnarci per scrivere correttamente e non pensare: "Beh, visto che nessuno lo sa, mi permetto di non saperlo neanch'io". Insomma, a mio parere, bisogna sforzarsi di migliorare in ogni cosa.

@Cammy: Sei fantastica! *__* D'accordissimo su tutta la linea!

pansy ha detto...

Grazie :)

Odeline ha detto...

CIAO PASSAVO DI QUA E LASCIO UN SALUTO

A PRESTO
ODELINE

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...