domenica 29 giugno 2008

Recupererò le energie? Consigliatemi omeopaticamente!

Sopra la mia testa un televisore che trasmette Germania- Spagna. I nostri perdono 1 a 0.
Più passa il tempo, più mi rendo conto di quanto è stato brutto e triste questo anno ancora a metà. Mi rendo conto di come il peso della sofferenza altrui si sia trasformato in fatica in me. Non sono più briosa ed energica coi bambini come l'anno scorso e quello precedente.
Non riesco più a rantolare a terra, sull'erba, a giocare. Forse perché, finora, per una serie di circostanze, ho fatto sempre il mattino, e al mattino si sta dentro, al chiuso, al caldo, a fare lavori che non permettono ai bambini di sfogarsi.
Meno male che c'è il teatro, con cui possiamo far muovere i bambini e permettergli di essere un po' stupidi, un po' mostriciattoli, e non per forza belli e bravi come ce li chiedono dal mondo.

Condurre questo laboratorio di teatro è per me una grande responsabilità, e mi rode avere così poco tempo da passare con loro. Il dover correre per produrre qualcosa. Non mi piace, non mi piace, non mi piace. Io lavoro con calma.

Basta con questo vortice di impegni, di soldi da dare e da ricevere, vortice di sveglia-lavoro-distruzione, di progettazione del laboratorio successivo, analisi di quello passato, e produrre, produrre, produrre. E quando poi vado da Michel, lui ha le prove di teatro, sempre, fino a settimana prossima quando ci sarà lo spettacolo. E allora ritagliamo il tempo per stare insieme.
E dormire mi sembra non basti mai. E devo ancora fare tante cose.....
E la Germania ha perso.

Tempo, trasfòrmati in ninfea.

7 commenti:

luce ha detto...

Il tempo e la sua relatività...

DUBBAFETTA ha detto...

dormire l meno possibile per vivere il piu' possibile

lindöz ha detto...

Azz, posso capire la tua stanchezza. In più non hai tenuto conto del fattore meteo[barra]stagioni. Anche se dormi 100 ore su 24 sei stanca. Dai, vedrai che è un periodo, quando sarà finito ti guarderai indietro e sarai soddisfatta. E dormirai notti tranquille. :-)

DUBBAFETTA ha detto...

avevo in maniera non giustificata tralascito le righe in cui descrivevi la tua attivita' di teatro....posso iscrivermi? mi piacerebbe ricominciare...

evita*°** ha detto...

@luce: eh già! però chissà se esiste il tempo..
@lindoz: Che bello! Finalmente un commento! Avevo paura di aver scritto qualcosa di sbagliato, non ti vedevo più dalle mie parti! Ora mi sento meglio!
@Dubba: Io vorrei vivere al massimo, ma dormire è troooooppo importante per me! Poi voi state riempiendo i vostri blog di risvegli in bella compagnia!
Il teatro di cui parlo è quello coi bambini. Coi grandi invece ho appena iniziato un laboratorio il Martedì sera, qui a San Donato. Il tema è Partenze e ritorni..
Se vuoi più notizie ti inoltro la mail..

DUBBAFETTA ha detto...

Partenze e ritorni mi piace, mi piace anche l'idea di uscire un po' dal contorno di me, con il lavoro che faccio non mi è mai stato possibile dare certezze e conferme sui miei orari e sulla mia possibilita' di costanza in queste cose, ma se la cosa è leggera e tranquilla e senza pesi di necessarie presenze settimanali potrei provare, fammi sapere, manda mail a dubbafetta@gmail.com

g!oV@' ha detto...

leggo e sorrido...se mai scriverai un libro io lo comprerò

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...